Delegazione CIDSE al vertice delle Nazioni Unite sul clima, al vertice interreligioso e alla marcia popolare per il clima - CIDSE

Delegazione CIDSE al vertice delle Nazioni Unite sul clima, al vertice interreligioso e alla marcia popolare per il clima

Il 23 settembre CIDSE era a New York per il vertice delle Nazioni Unite sul clima. Abbiamo anche partecipato al vertice interreligioso sui cambiamenti climatici e alla massiccia marcia popolare per il clima.

Le Marzo del clima popolare è stata la più grande protesta che ha richiesto un'azione sui cambiamenti climatici nella storia, riunendo attorno a 400 000 persone in tutto il mondo.

Come prima riflessione offriamo le parole di Joseph Cornelius Donnelly, Delegato permanente presso le Nazioni Unite della Caritas Internationalis a New York:

"Come pianificato per un anno - migliaia, persino centinaia di migliaia, da ogni direzione, settore, organizzazione, eredità, istruzione, fede, etnia, terre ... sono discesi / sono arrivati ​​a New York questa mattina ... come innumerevoli altri hanno fatto al Climate Change Eventi in tutto il mondo nelle grandi città e nei piccoli paesi. Oggi a Central Park-Colombus Circle Manhattan il cielo coperto di nuvole potrebbe aver smorzato il morale. Nessuno scoraggiamento di questo tipo si è manifestato, piuttosto c'era una scia luminosa di partecipanti che si riversavano su autobus interstatali, treni / metropolitane locali e regionali, automobili, furgoni, biciclette ea piedi. Altri sono arrivati ​​all'inizio di questa settimana con voli economici da campi, fattorie, famiglie lontane.

Food Justice 2 New YorkNon c'erano così tante parole oggi quanto c'era PRESENZA, intesa come azione deliberata. Essendo là fuori insieme per le strade, la strategia era quella di disturbare le silenziose comodità dell'inazione. Questo massiccio movimento in questo particolare giorno, 48 ore prima del vertice sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite e delle SGs non poteva essere ignorato, isolato, messo da parte mentre i segni, i colori, le bande, echeggiavano coraggiosamente pacificamente. I funzionari di sicurezza e le agenzie di polizia per gestire il controllo della folla sembravano sorridenti rilassati, impegnati. Fu così che passanti inconsapevoli colsero facilmente il contagioso invito alla solidarietà! Infermieri, agricoltori, scrittori, bambini in età scolare, nonni, attivisti, atleti, college, chiese e altro ancora. UNA FAMIGLIA UMANA, come la esprimiamo nelle comunità CARITAS, che agiscono insieme per le azioni ORA. Membri, amici, partner della nostra Confederazione globale e CIDSE, da molto vicino e molto lontano, erano entusiasti a disposizione mentre altri colleghi facevano lo stesso, ESSERE PRESENTI, in altri luoghi.

Gioventù New YorkQuello che accadrà domani è una domanda molto ampia e del tutto naturale stasera. Sicuramente ci saranno rapporti, foto, citazioni e altre domande durante le ormai 24 ore prima dell'apertura del vertice delle Nazioni Unite martedì mattina presso la sede delle Nazioni Unite dall'altra parte della città, con la comparsa dei leader mondiali di almeno 120 paesi. Molte "piccole nazioni insulari" saranno a portata di mano insieme a molti dei "paesi meno sviluppati" - tutti con portafogli appreso dalla vita, dalla ricerca e dalle aspettative - di fronte a molti paesi più grandi, ricchi e potenti i cui istinti economici naturali e la storia corre calpestare le persone che vivono in povertà a causa delle ingiustizie climatiche, del degrado ambientale e altro ancora. La marcia e le marce storiche di oggi affermano in modo inequivocabile: il cambiamento climatico è molto reale! Siamo reali. Non saremo isolati, non importa quanto siano scomode queste verità per le autorità locali, nazionali e regionali.Youth 2 New York

Fortunatamente, un po 'sorprendentemente, questo mese i lunghi e ardui sforzi di difesa sono decollati ovunque. Articoli e rapporti positivi stanno emergendo, moltiplicando le prove basate sulle persone e sui fatti. Quindi un po 'di speranza è nell'aria stasera! Se martedì scenderà sulle Nazioni Unite come un'epifania è improbabile, ma quando sotto il tema di "CATALIZZAZIONE" diplomatici ed esperti diversi si riuniranno nelle strutture appena completate, ora molto "verdi" rinnovate sull'East River, sentiranno le voci di "Noi, i Popoli" come indicato nella Carta delle Nazioni Unite da quasi 70 anni. Ora è il momento!"

Delegazione Vaticana New YorkLa delegazione del CIDSE ha anche incontrato diverse delegazioni nazionali al vertice sul clima delle Nazioni Unite, anche con rappresentanti della Santa Sede, tra cui l'arcivescovo Bernardito Cleopas Auza, osservatore permanente della Santa Sede presso le Nazioni Unite a New York.

Le Vertice interreligioso sui cambiamenti climatici ha riunito 30 leader religiosi che riflettono un equilibrio di genere, religioni, geografia, una forte leadership morale e conoscenza, nonché l'impegno su questioni legate al cambiamento climatico. Il CIDSE è stato un co-sponsor dell'evento, mentre SE John Cardinal Onaiyekan dell'Arcidiocesi di Abuja, Nigeria, e Padre Michael Czerny del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace sono stati entrambi così gentili da partecipare al Summit interreligioso come parte della delegazione CIDSE . Il Vertice interreligioso ha rilasciato una dichiarazione dal titolo Clima, fede e speranza: tradizioni di fede insieme per un futuro comune.

Al momento del vertice ONU sul clima, è stata lanciata un'iniziativa di cui il CIDSE è critico, l'alleanza globale per l'agricoltura intelligente per il clima. Puoi leggere la reazione CIDSE qui.

E infine, al vertice delle Nazioni Unite sul clima, Kathy Jetnil-Kijiner, una poetessa delle Isole Marshall, ha consegnato la seguente poesia, scritta alla figlia di 7 mesi:

 

 

Condividi questo contenuto sui social media