Conferenza sull'accaparramento di terre e sulla governance giusta - CIDSE

Land grabbing e Just Governance Conference

Trova qui una raccolta di casi studio presentati durante la conferenza con i dettagli di contatto per le interviste.

Comunicato stampa della conferenza disponibile per saperne di più, clicca qui.

Senegal: agricoltori e pastori chiedono alla società italiana Senhuile SA di lasciare la propria terra
Il progetto italiano Senhuile -Senethanol ha affittato 20.000 ettari di terreno nella Riserva di Ndiaël, terreno utilizzato da decenni dai residenti di 37 villaggi della zona. È in corso un conflitto con gli abitanti del villaggio, che vogliono che il progetto venga interrotto e le comunità locali sono sostenute dal “Cadre de Réflexion et d'Action sur le Foncier au Sénégal (CRAFS), che ha portato la lotta a livello giuridico.

Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Contatto: Sidy Ba (Enda PRONAT) "
E-mail: sidyba2002@yahoo.fr
Tel: + 221.77.628.67.98 + 221.77.758.28.38

Mozambico: megaprogetto giapponese destinato a spostare milioni di contadini
Il progetto ProSavana, avviato dai governi giapponese e brasiliano, renderà 14 milioni di ettari di terra disponibili per le aziende agroalimentari per la produzione di soia, mais e altre colture di materie prime che saranno esportate principalmente dalle multinazionali giapponesi. Questa zona del Mozambico, conosciuta come il corridoio di Nacala, ospita milioni di famiglie di agricoltori che rischiano di perdere le loro terre nel processo.

Maggiori informazioni sono disponibili qui
Contatto: Judite Lopes
E-mail: c / o: Vicente Adriano: adecru2007@gmail.com
Tel: + 258825132059

Camerun: Nasako Besingi guida le lotte contro il progetto Herakles Farms
Il progetto Herakles Farms, che coinvolge investitori statunitensi e britannici, persegue l'acquisizione e lo sviluppo di piantagioni di palma da olio su oltre 80.000 ettari nell'Africa occidentale e centrale. Nasako Besingi, l'organizzatore della comunità e direttore di Struggle to Economic Future Environment (SEFE), ha lavorato instancabilmente per indagare ed esporre il progetto dell'azienda in Camerun sin dal momento in cui ne è venuto a conoscenza, e ha aiutato le persone a comprenderne l'impatto sulla popolazione locale e sul ambiente. La resistenza al progetto Herakles è ormai diffusa, ma è arrivata a caro prezzo per Nasako, condannato per la sua determinazione a sfidare l'azienda.

Maggiori informazioni disponibili qui

Contatti:
Nasako Besingi
nasako.bondoko@gmail.com
Tel: + 237 75136000

Repubblica Democratica del Congo: salvataggio di una compagnia di piantagioni straniera
I fondi per lo sviluppo dei governi europeo e statunitense hanno aiutato a salvare un'azienda canadese che paga i lavoratori di appena 1 dollaro al giorno per lavorare in alcune delle più grandi piantagioni di olio di palma dell'Africa nella povera Repubblica Democratica del Congo (RDC). Fondi di investimento sostenuti dal governo provenienti da Gran Bretagna, Francia e Spagna, progettati per aiutare i paesi poveri a svilupparsi, sono intervenuti per acquistare il 60% di Feronia Inc, quotata a Toronto, per oltre 35 milioni di dollari in investimenti separati dal 2012 e 2015. Funzionari dei fondi di proprietà del governo diciamo che questo è un investimento nell'agricoltura africana a lungo termine, che crea posti di lavoro in uno dei paesi più poveri e instabili del mondo. Ma i gruppi per i diritti dicono che l'investimento nella RDC non è un uso appropriato dei fondi pubblici, con il denaro che sostiene una società in perdita coinvolta in conflitti fondiari con le comunità locali e decenni di grave sfruttamento lavorativo e violazioni dei diritti umani.

Maggiori informazioni disponibili qui

Contatti:
Jean Francois ATUKU
Tel: + 221 77 34 69 621
Email: jfma2013@gmail.com

Nigeria e Kenya: il land grab di Dominion Farm
Gli agricoltori nello stato di Taraba in Nigeria sono stati costretti ad abbandonare le terre che avevano coltivato per generazioni per lasciare il posto alla società statunitense Dominion Farms per stabilire una piantagione di riso di 30.000 ettari. Il progetto è sostenuto dal governo nigeriano e dalla Nuova Alleanza del G8 per la sicurezza alimentare e la nutrizione in Africa. Questo è il secondo progetto agricolo su larga scala di Dominion in Africa. Gli agricoltori locali in Kenya, dove Dominion gestisce una fattoria di riso su larga scala, dicono che anche loro hanno perso l'accesso alla terra e all'acqua e hanno sofferto dell'inquinamento causato dai pesticidi spruzzati sui campi di Dominion.

Maggiori informazioni sono disponibili qui e qui.

Contatti:
Mariann Bassey Orovwuje
Program Manager, Food Sovereignty ERA / FoEN e Food Sovereignty Coordinator Friends of the Earth Africa
Skype: annybassi
Twitter: @ Food_Affairs
Tel: + 234 7034495940

Mali: resistenza degli agricoltori alla presa della terra nei casi di Sanamandougou

Il caso di Sanamandougou è interessante in quanto si tratta di un investitore maliano in complicità con partner esterni, che ha sfrattato contadini dalle loro terre usando la polizia nazionale. Ha usato il suo rapporto con l'ex capo dello stato per facilitare le cose, pretestando il partenariato pubblico-privato. Le organizzazioni della società civile in Mali hanno organizzato marce e sit-in per protestare. I rappresentanti della popolazione colpita hanno reso testimonianza sulla situazione. I negoziati sono ancora in corso e possono servire da lezione.

Contatti:
Mamadou Goita
Tel + 223 768 18 793
mamadou_goita@yahoo.fr

Land_grabbing_conference_case_studies_1.pdf
EN_Press_release_land_grabbing_conference_1.pdf
FR_Press_release_land_grabbing_conference_1.pdf
PT__Press_release_land_grabbing_conference_1.pdf

Condividi questo contenuto sui social media