aTerra Project: connettere i sistemi alimentari locali e le comunità - CIDSE

Progetto aTerra: collegamento tra sistemi alimentari e comunità locali

Margarida Alvim è la coordinatrice del Aterra progetto in Portogallo, e parte di Fundação, Fé e Cooperação (FEC). In questa intervista, condivide la storia di questo progetto e di come è nato con l'obiettivo di collegare i produttori alimentari locali con le scuole locali e i responsabili politici locali, sia come modo per migliorare la produzione e il consumo alimentare sostenibile, sia per includere e rinvigorire le campagne portoghesi zone del centro e del nord, spesso escluse.

 

Nonostante sia la forma di agricoltura più diffusa in tutto il mondo, l'agricoltura familiare su piccola scala è minacciata dalla portata dell'agricoltura industriale su larga scala. La globalizzazione della produzione alimentare ha generato un sistema in cui alcune aziende controllano, tra le altre cose, la fornitura di semi, la lavorazione e la distribuzione. Tuttavia, nel corso degli anni molti hanno osservato che stiamo vivendo i limiti socioeconomici ed ecologici di questo modello.

Aterra è nato con l'obiettivo di coinvolgere le comunità locali con gli agricoltori locali e creare i collegamenti necessari tra agricoltori e autorità locali. In questo modo, il progetto mira a generare uno sviluppo resiliente, locale e sostenibile, attraverso la produzione e il consumo sostenibili di cibo.

Aterra è stato creato a febbraio 2014 e combina corsi di formazione locali per lo sviluppo delle capacità e l'integrazione di piccoli agricoltori, la sensibilizzazione e il coinvolgimento dei giovani attraverso l'educazione allo sviluppo nelle scuole locali e consentendo il collegamento tra agricoltori locali e autorità locali per creare e ri rinvigorire le reti locali.

Con lo sviluppo rurale al centro, il progetto mira a collegare le politiche di sviluppo sostenibile con la realtà delle persone sul campo, tenendo conto della specificità delle aree rurali e articolandole con movimenti globali e lotte per la transizione verso una più sostenibile ed ecologicamente consapevole modi di vivere.

Lo Aterra l'esperienza è una vivida testimonianza di come riconquistare la proprietà della produzione alimentare da parte dei cittadini e dei piccoli agricoltori è un modo potente di riconnettere le persone con il cibo che mangiano e le persone che lo producono, stabilendo un forte senso di comunità e solidarietà, mentre attivamente cura per l'ambiente.

Trova maggiori informazioni qui: http://www.projetoaterra.org/

Guarda il documentario sul progetto aTerra Per saperne di più, clicca qui

Di seguito, l'intervista a Margarida Alvim:

 

 

Condividi questo contenuto sui social media