Il messaggio di speranza di Papa Francesco in Colombia significativo per le comunità colpite dalle miniere – CIDSE

Il messaggio di speranza di Papa Francesco in Colombia è significativo per le comunità colpite dalle miniere

Il CIDSE, la famiglia internazionale delle agenzie cattoliche di giustizia sociale, accoglie il discorso di Papa Francesco in Colombia che ha concentrato il suo intervento sul processo di pace in corso nel Paese.

Il segretario generale del CIDSE Josianne Gauthier ha dichiarato: “Sosteniamo pienamente l'appello del Papa alla riconciliazione e alla pace. La situazione che ha sconvolto per troppo tempo la vita di tante persone in Colombia. Ci auguriamo che un nuovo contesto pacifico crei anche un ambiente favorevole per affrontare questioni scottanti correlate come la situazione dei diritti umani, che è stata influenzata direttamente e negativamente dal modo in cui avviene l'estrazione delle risorse naturali nel paese".

Il Santo Padre ha ribadito i messaggi della sua enciclica Laudato si' sul rispetto del creato. Riflettendo sulle disuguaglianze che esistono oggi, il Papa ha sottolineato che il modello economico in atto dovrebbe rispettare le persone e soprattutto i poveri. Secondo il Santo Padre, i progetti di megamineraria hanno implicazioni etiche in quanto incidono sull'accesso all'energia e sui consumi e sulla distribuzione delle risorse, oltre che sullo sviluppo economico in generale. Ciò è particolarmente rilevante in Colombia, dove il settore dell'industria estrattiva è fondamentale per gli investimenti diretti esteri pur non contribuendo in modo significativo al PIL. Come i nostri partner della rete "Iglesias Y Minería” precisano nel loro comunicato stampa lo sfruttamento delle risorse a danno delle popolazioni locali è un tema scottante in America Latina. Il CIDSE aderisce al loro appello, chiedendo sostegno a Papa Francesco contro i tentativi di aprire la riserva amazzonica RENCA in Brasile per scopi minerari. L'area, composta da 4 milioni di ettari di giungla, ospita attualmente numerose comunità indigene. Estrarre questa terra significherebbe portare via la loro casa e attaccare direttamente i loro diritti umani.

Il CIDSE auspica che la visita del Papa possa richiamare l'attenzione sulla situazione dei difensori dei diritti umani, che ancora troppo spesso mettono a rischio la propria vita e per i quali mancano ancora le adeguate tutele. Ciò è particolarmente rilevante in Colombia: il rapporto del 2016 di Frontline Defenders registra 281 uccisioni di difensori dei diritti umani in 25 paesi e più della metà di questi sono avvenuti in Colombia.

Oggi le violazioni dei diritti umani legate alle attività delle multinazionali sono ancora troppo comuni. In vista della prossima sessione del gruppo di lavoro intergovernativo sulle società transnazionali e altre imprese in materia di diritti umani (IGWG) a Ginevra (23-27 ottobre 2017), il CIDSE desidera sottolineare che un Trattato vincolante delle Nazioni Unite su imprese e diritti umani è uno strumento necessario per proteggere le comunità e i loro diritti in Colombia e in altri paesi dell'America Latina.

Nota per gli editori:
CIDSE è una famiglia internazionale di organizzazioni cattoliche per la giustizia sociale, che lavorano insieme per promuovere la giustizia, sfruttare il potere della solidarietà globale e creare cambiamenti trasformativi per porre fine alla povertà e alle disuguaglianze. Lo facciamo sfidando l'ingiustizia e l'ingiustizia sistemiche, nonché la distruzione della natura.
Diversi membri del CIDSE operano in America Latina attraverso i loro partner locali; vedere per saperne di più, clicca qui dove è impegnata la famiglia CIDSE.
Il CIDSE ha recentemente pubblicato i due seguenti rapporti sul potenziale del Trattato vincolante delle Nazioni Unite:
- "Rimozione degli ostacoli alla giustizia: come un trattato su imprese e diritti umani potrebbe migliorare l'accesso ai rimedi per le vittime”, Daniel Blackburn, CIDSE, settembre 2017
- "Garantire il primato dei diritti umani nelle politiche commerciali e di investimento – Clausole modello per un trattato delle Nazioni Unite sulle società transnazionali, altre imprese e diritti umani”, Markus Krajewski, CIDSE, marzo 2017

Contatti:

Valentina Pavarotti, responsabile media e comunicazione CIDSE
pavarotti (at) cidse.org, + 32 (0) 491 39 54 75

Papa_in_Colombia_CIDSE_Press_Release.pdf
Papa_en_Colombia_CIDSE_Comunicado_de_prensa.pdf

Condividi questo contenuto sui social media