La diga mineraria di Samarco è esplosa a Mariana: perché abbiamo bisogno di un trattato ONU - CIDSE
Joka Madruga / Terra sem Males / #Lamaquemata

La diga mineraria di Samarco scoppiò a Mariana: perché abbiamo bisogno di un trattato delle Nazioni Unite

Joka Madruga / Terra sem Males / #Lamaquemata

Questo dossier, con testo, riprese video e immagini, offre uno sguardo sorprendente su un disastro che ha provocato la morte di quasi 20 persone, la distruzione di interi villaggi e la contaminazione di due grandi fiumi.

A novembre 5th, 2015, la diga Fundão è scoppiata nel comune di Mariana a Minas Gerais, in Brasile. Milioni di metri cubi di sterili da miniera di ferro della miniera gestita da Samarco, una joint venture di Vale-BHP Billiton, hanno creato un torrente di fango che ha distrutto interi villaggi, tra cui scuole e chiese, e contaminato i fiumi Gualaxo do Norte, Carmo e Doce. Le persone di 19 sono morte e molte altre sono state colpite dagli eventi.

>>> Fare clic sull'immagine sottostante per accedere al dossier multimediale

Dossier multimediale

 

dossier multimediale online fa luce sugli eventi, analizza le sue conseguenze e valuta le responsabilità. È stato sviluppato dalla rete CIDSE in collaborazione con diversi partner in Brasile e in America Latina e include riprese video del disastro, interviste con le persone colpite e immagini dell'area dopo la rottura della diga.

CIDSE ha sviluppato questo dossier per rendere questa storia scandalosa e la lotta delle persone colpite per la giustizia il più ampiamente possibile conosciute. Due anni dopo l'evento, le comunità colpite mancano ancora di un risarcimento significativo e della riabilitazione dei loro mezzi di sussistenza. Inoltre, questo non è un caso isolato: ci sono molte altre comunità in tutto il mondo che stanno subendo le conseguenze negative dell'estrazione irresponsabile - possibili violazioni della diga.

Da 23 a 27 ottobre, gli Stati membri delle Nazioni Unite avvieranno i negoziati sul contenuto di un trattato delle Nazioni Unite sulle società transnazionali e altre imprese in materia di diritti umani. La speranza è immensa in quanto un simile trattato potrebbe obbligare le multinazionali a essere legalmente responsabili di fronte agli impatti delle loro operazioni in tutto il mondo e fornire una strada per le vittime di violazioni dei diritti umani legate alle imprese.

Per prevenire ulteriori tragedie della Mariana, è di fondamentale importanza che tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite partecipino in modo costruttivo ai prossimi negoziati sui trattati delle Nazioni Unite.

 

Condividi questo contenuto sui social media