Agire per trasformare il nostro rapporto con la natura - CIDSE
Credito: CIDSE

Agire per trasformare il nostro rapporto con la natura

Credito: CIDSE

Una riflessione su come realizzare un cambiamento sistemico. Su 17 e 18 aprile 2018, oltre i rappresentanti 90 dei membri del CIDSE, gli alleati e i partner si sono riuniti all'Irish College di Lovanio (Belgio) per il primo forum sul cambiamento sistemico del CIDSE. Il tema era "Trasformare il nostro rapporto con la natura".


PRINCIPALI RISULTATI

CIDSE gif 2 bianco

Crisi sistemiche e risposte integrate

La crisi globale che stiamo affrontando ha molteplici facce: sociale, economica, ecologica, politica e spirituale. Sia che si parli di cambiamenti climatici, disuguaglianze in aumento, nazionalismo in crescita o alienazione della nostra natura umana, è fondamentale capire che queste crisi non sono isolate ma profondamente interconnesse. Condividono radici storiche e strutturali come il colonialismo, il patriarcato e la globalizzazione alimentata dal capitalismo. La relazione distorta dell'umanità con la natura, attraverso la mercificazione della natura e l'estrattivismo, è uno degli elementi che contribuiscono alle diverse crisi che stiamo affrontando. La trasformazione richiede uno spostamento dai valori e dai frame dominanti che modellano il modo in cui viviamo, interagiamo tra loro e la natura, verso valori e frame che riconoscono e rispettano l'interconnessione di ogni questione e di ogni essere vivente. Soluzioni isolate contribuiscono ad esacerbare piuttosto che a risolvere le crisi.

cidse13

Dinamica di potenza asimmetrica prevalente stimolante

Abbiamo bisogno di attivisti della comunità, politici, scienziati, popolazioni indigene, agricoltori: una molteplicità di attori e azioni trasformativi per comprendere le crisi attuali e coltivare alternative che funzionino per tutti. L'attuale sistema con la sua dinamica di potenza asimmetrica mette a tacere le voci di coloro che sono maggiormente colpiti dalle crisi e, di conseguenza, elimina potenti iniziative che potrebbero servire da alternative allo status quo. Per combattere questa tendenza, dobbiamo affrontare attivamente gli attuali squilibri di potere e creare spazio per lasciare che le persone più colpite siano al centro del processo di cambiamento.

cidse14 alleanze bianche

Cambiare il paradigma nord-sud nelle nostre partnership

Un fattore chiave per il cambiamento è la trasformazione dell'attuale modello di sviluppo che è generalmente caratterizzato da approcci top-down. Ciò significa che noi come organizzazioni di giustizia sociale dobbiamo essere consapevoli delle dinamiche di potere nei nostri partenariati e lavorare verso collaborazioni e alleanze che siano veramente inclusive e di natura uguale. Dobbiamo discostarci dal nostro tradizionale modello di sviluppo binario e imporre soluzioni dall'esterno e invece spostarci verso alleanze politiche e accompagnare e sostenere la costruzione del movimento.

cidse15 megafono bianco

Supportare e proteggere i movimenti sociali

Una priorità deve essere il sostegno e la protezione di coloro che sono in prima linea nella lotta per un cambiamento di sistema, in particolare attivisti e movimenti sociali. Siamo in un momento critico, gravidi di potenziale trasformazione, ma affrontiamo anche forze repressive. I movimenti sociali hanno acquisito molta esperienza e sono attori chiave per il cambiamento con una vasta gamma di risposte alle crisi attuali. Tuttavia vediamo repressione e criminalizzazione dei movimenti continue e più violente. È importante sostenere questi attori, ingrandire le loro voci e proteggerli dalla violenza e dalla criminalizzazione.

cidse16 uomo bianco con la natura

Trasformando la nostra connessione con la natura

Il cambiamento non è possibile senza un vero spostamento a livello culturale e spirituale. Per lavorare verso azioni e alternative che servono veramente il bene comune e rispettano la comunità della Terra, dobbiamo ripristinare la nostra connessione con il nostro ambiente e riconoscere che siamo una parte intrinseca della natura. Rivolgendoci alla spiritualità e alla comprensione delle comunità indigene, minate da anni di colonialismo e occidentalismo, dovremmo trasformare il nostro modo di pensare di sentirci uniti alla natura e di non violare alcun aspetto della nostra Terra. Partendo da questa nuova comprensione, dovremmo quindi rivalutare le nostre posizioni e strategie.

cidse17 comportamento da ufficio bianco

Il cambiamento inizia da noi

Il cambiamento culturale e strutturale deve avvenire anche a livello organizzativo. Dobbiamo possedere il cambiamento che vogliamo vedere e subire una trasformazione organizzativa. Oltre ad affrontare le questioni sistemiche nel nostro lavoro tematico, ciò significa anche che dobbiamo affrontare le dinamiche di potere distorte all'interno delle nostre strutture e dei processi decisionali, sviluppare politiche HR inclusive e creare una cultura che non emuli modelli tossici ma presta attenzione a bruciare -la prevenzione e rafforzare comportamenti positivi. Allo stesso tempo, dobbiamo anche valutare le nostre pratiche in vista degli impatti ecologici e lavorare per ridurre la nostra impronta di carbonio.

cidse18 narrativa bianca

Costruire nuove narrazioni

Per innescare un cambiamento intrinseco del nostro rapporto con la natura e tra di noi e per comunicare il paradigma alternativo a cui stiamo lavorando, dobbiamo continuare a costruire nuove narrazioni. Il linguaggio e l'inquadratura comunemente usati per parlare del nostro pianeta, natura e società sono carichi di implicazioni che influenzano le nostre percezioni. Abbiamo bisogno di nuovi immaginari e storie che, di fronte al discorso neoliberista, acquisiscano abbastanza forza per essere ascoltati e diventare convinzioni sociali, che fungono da terreno fertile per il cambiamento.

Progetto grafico: Hearts & Minds, Bruxelles, www.heartsnminds.eu
Illustrazioni: Zsofi Lang, http://zldrawings.com/


STRATEGIE E AZIONI CHE HANNO BISOGNO DELLE RISPOSTE

Poster documentario Stories of change

Documentario "Stories of Change"

CIDSE e Patricia Pedrosa, Box Utopia, Portogallo

In questo video di 35-minuto prodotto per la campagna CIDSE "Cambiamento per il pianeta Cura per le persone", Gli spettatori scoprono le vite e le esperienze di 10 che ispirano i protagonisti che condividono i passi che hanno compiuto nella loro trasformazione personale o collettiva verso una vita più sostenibile.

Documentario "Stories of change"

Credito Yves Kerstus BEES Coop

Supermercato cooperativo, Belgio

Pascale Zoetart, BEES Coop.

I supermercati collaborativi, di proprietà e gestiti da cittadini che sono entrambi azionisti, consumatori e lavoratori sono una tendenza in crescita nelle città europee e nordamericane.
BEES Coop. è stato il primo di questo tipo ad aprire a Bruxelles in 2017.

→  Presentazione in PP di Pascale Zoetart

Credito Uma Gota na OceanoCampagna contro la diga di Belo Monte, in Brasile

Maria-Paula Fernandes, Uma Gota No Oceano

"Uma Gota no oceano" (una goccia nell'oceano) è una campagna di successo lanciata in 2011 contro la diga di Belo Monte. La campagna è stata costruita attorno a un video di successo (6 milioni di visualizzazioni in una settimana) che ha giocato con umorismo, educazione e ha coinvolto famosi attori brasiliani.

→  Presentazione in PP di Maria-Paula Fernandes da Costa

Credito HRLNContenzioso di interesse pubblico, India

Colin Gonsalves, rete per i diritti umani

Il lavoro della Human Rights Law Network (HRLN) mira a illustrare il valore dell'utilizzo di protezioni e rimedi costituzionali per garantire i diritti e il sostentamento delle comunità indigene che vivono in armonia con la natura.

→  HRLN e l'Istituto del Sud globale per PIL

Credito CEED 042817 aseanmarch18Campagna per la tassazione del carbone, Filippine

Gerry Arances, Centro CEED per l'energia, l'ecologia e lo sviluppo

CEED ha aumentato la consapevolezza degli impatti dei combustibili fossili sul degrado ambientale, sulla disgregazione sociale e sui cambiamenti climatici per molti anni. La vittoria per ottenere una tassa sul carbone sullo sfondo di un governo con cui la società civile trova molto difficile lavorare, offre importanti lezioni.

→  Posizione CEED sulla tassa sul carbone

Credito Womin Women che costruisce la campagna di potereWomen Building Power Campaign, Sudafrica

Samantha Hargreaves, WoMin
"Women Building Power" è una raccolta all'avanguardia e in via di sviluppo di ricerca, materiale informativo e strumenti che costituisce il fulcro della conoscenza di una campagna di base africana emergente guidata dalle donne su combustibili fossili, energia e giustizia climatica.

Donne che costruiscono risorse energetiche


ALTRE RISORSE

1_CIDSE_SCF_systemic_crises.jpg
2_CIDSE_SCF_integrated_responses.jpg
3_CIDSE_SCF_power_imbalances.jpg
4-CIDSE_SCF_alliances_and_collaborations.jpg
5_CIDSE_SCF_social_movements_suport.jpg
6_CIDSE_SCF-relationship_with_nature.jpg
7_CIDSE_SCF_rethinking_office_behaviours.jpg
8_CIDSE_SCF_new_narrative.jpg
9_CIDSE_SCF_Poster

Condividi questo contenuto sui social media
Protetto da miniOrange