Miti e rischi dell'accordo UE-Myanmar sulla protezione degli investimenti - CIDSE

Miti e rischi dell'accordo UE-Myanmar sulla protezione degli investimenti

Briefing politico pubblicato da Transnational Institute, Paung Ku, KESAN, Myanmar Alliance for Transparency and Accountability (MATA), Land in Our Hands (LIOH) network, The EU-ASEAN FTA network network, CIDSE, MISEREOR, Info Birmanie, Secours Catholique-Caritas Francia, CCFD-Terre Solidaire, Seattle to Brussels Network, Association Internationale de Techniciens, Experts et Chercheurs (AITEC), 11.11.11, settembre 2017.

Con l'avvicinarsi della firma dell'accordo di protezione degli investimenti UE-Myanmar (IPA), le preoccupazioni sulla segretezza che circonda i negoziati dell'accordo e sui rischi che esso comporta abbondano, insieme a molti miti sui suoi potenziali benefici. molte leggi e politiche dell'era militare del paese hanno bisogno di riforme. Questo documento sostiene che i benefici dell'IPA sono fortemente sopravvalutati e che i rischi sono seriamente sottostimati.

I negoziati IPA potrebbero volgere al termine, ma c'è ancora tempo per un dibattito pubblico di ampia portata, tanto necessario, tra parlamentari e società civile, per colmare il divario democratico aperto dai negoziati IPA. I parlamentari in Europa e Myanmar hanno un ruolo chiave da svolgere in questo dibattito. Una serie di raccomandazioni che mirano a rafforzare il ruolo dei parlamentari sono incluse in questo briefing.

Persona di contatto: Denise Auclair, Senior Policy Advisor (auclair (at) cidse.org)

IT - Sintesi della politica congiunta UE Myanmar settembre 2017

Condividi questo contenuto sui social media
Protetto da miniOrange