Parità di genere nella leadership CIDSE - CIDSE

Parità di genere nella leadership CIDSE

Stiamo assistendo a cambiamenti in molte sfere, con le donne che finalmente raggiungono le prime posizioni di sempre più strutture e organizzazioni, ma notiamo ancora, perché non è ancora la norma, e sappiamo che la strada era sicuramente piena di sfide o ci sarebbe essere molti di più. Al CIDSE, il volto della nostra leadership è cambiato in pochi anni. Forse questo è ancora più notevole perché, in quanto rete cattolica di sviluppo e giustizia sociale, le donne sono tradizionalmente presenti dal basso attraverso la fibra stessa delle nostre organizzazioni, ma raramente sono le leader. Nonostante la loro esperienza, le loro conoscenze, i loro anni di prezioso contributo al lavoro di sviluppo e al loro servizio alla Chiesa, molte donne sono ancora trascurate, sottovalutate o sottovalutate.

Queste sono le storie di diverse donne leader all'interno della nostra rete, che condividono i loro pensieri su questa strada che hanno percorso, le sfide che hanno affrontato, il dubbio che molte hanno vissuto, ma anche i consigli, il supporto, l'orientamento e l'ispirazione che hanno tratto da altri lungo la strada.

Esistono diversi tipi di blocchi e pressioni che tutti affrontiamo. Alcuni sono culturali, sociali, economici o politici. Alcuni sono istituzionali e altri ancora limiti personali e interiorizzati che ci poniamo. Spesso dubitiamo delle nostre capacità a causa dei messaggi che abbiamo ascoltato durante la nostra istruzione ed esperienza e dei modelli di leadership che ci sono stati presentati. Non ci siamo sempre riconosciuti negli esempi che abbiamo visto e abbiamo faticato a immaginarci in questi ruoli anche se volevamo guidare, anche se in qualche modo, sapevamo di poterlo fare.

E organizzazioni come quelle che compongono il CIDSE, che lavorano a stretto contatto all'interno o con le strutture della Chiesa cattolica, affrontano forse la doppia sfida di essere tradizionalmente guidati dal clero e dagli uomini. Una maggiore diversità è sempre arricchente e può cambiare la cultura di un'organizzazione in modo molto positivo. Sappiamo che i leader cercano nuove qualità se vogliamo affrontare le sfide sociali, politiche e ambientali del mondo di oggi: compassione, intelligenza emotiva, consapevolezza culturale, equilibrio, immaginazione, integrità. Queste sono tutte cose che le donne possono portare sul tavolo tanto quanto gli uomini, se non meglio a volte. Quindi, cosa impedisce ancora ad alcune donne di guidare? Ogni esperienza è diversa ma possiamo imparare da tutti.

Condividiamo queste storie per onorare il coraggio e la determinazione, nonché l'umiltà delle donne che ci hanno aperto generosamente i loro cuori e le loro menti, ma vogliamo anche iniziare una discussione con la prossima generazione di leader di donne e uomini, per aiutare creare un ambiente più aperto, diversificato e inclusivo in cui riconosciamo i contributi e le qualità di coloro che ci circondano e li solleviamo. Siamo orgogliosi di ciò che stiamo realizzando insieme e speriamo che sia stato tracciato un nuovo percorso, con vecchi stereotipi di ciò che un leader sembra e si comporta come se stesse cadendo, per essere sostituito dai volti delle persone che ci ispirano a fare meglio e vivi al massimo dei nostri doni.

Per facilitare la diffusione di questi messaggi, abbiamo creato questo VIDEO "Parità di genere nella leadership CIDSE"Con una chiamata ispiratrice da parte delle donne direttori del CIDSE ad altre donne per assumere ruoli di leadership. La loro chiamata non deve necessariamente indirizzare le donne che lavorano nelle organizzazioni religiose, ma più in generale le donne il cui ambiente presenta diversi tipi di ostacoli per raggiungere la leadership.

Con le testimonianze di:
- Josianne Gauthier, CIDSE
- Susana Refega, FEC (Portogallo)
- Lieve Herijgers, Broederlijk Delen (Belgio)
- Susan Gunn, Maryknoll Office for Global Concerns (USA)
- Christine Allen, CAFOD (Inghilterra e Galles)
- Axelle Fischer, Entraide et Fraternité (Belgio)
- Caoimhe de Barra, Trócaire (Irlanda)

Condividi questo contenuto sui social media
Protetto da miniOrange