NUOVO STUDIO: CIDSE pubblica un rapporto sull'accesso delle organizzazioni della società civile al Green Climate Fund: un'analisi delle politiche e delle esperienze dai casi di studio - CIDSE

NUOVO STUDIO: CIDSE pubblica un rapporto sull'accesso delle organizzazioni della società civile al Green Climate Fund: un'analisi delle politiche e delle esperienze da casi di studio

Con l'obiettivo di rafforzare l'accesso ai finanziamenti per il clima, CIDSE presenta a nuovo studio sull'analisi delle politiche del Fondo verde per il clima, che include gli ostacoli e le raccomandazioni per la sua effettiva attuazione e trasformazione. Lo studio sarà discusso in un seminario online organizzato dal CIDSE che si terrà il 5 maggio.  

Il rapporto "Migliorare l'accesso limitato della società civile al fondo per il clima verde", cerca di mostrare come l'accesso al Fondo per il clima verde potrebbe essere vantaggioso per le organizzazioni della società civile (OSC) al fine di finanziare progetti di adattamento e mitigazione nella loro regione, in particolare nel sud globale. Lo studio, tuttavia, rivela anche le barriere esistenti all'accesso ai fondi GCF, come l'accreditamento delle organizzazioni della società civile, i complicati processi di approvazione dei progetti, la mancanza di radicamento locale, i deboli processi di consultazione nazionale, tra gli altri.  

Il rapporto dimostra che è necessaria una riforma e le organizzazioni della società civile sono in una posizione unica per contribuire fornendo un feedback critico mentre dimostrano soluzioni progettuali innovative, agendo così da catalizzatore per la trasformazione che combina ambizioni climatiche elevate, vantaggi congiunti SDG, genere sensibilità e azione guidata a livello locale.  

Inoltre, come sottolineato da Lydia Machaka, Climate Justice and Energy Officer presso CIDSE e uno degli editori dello studio: "La vera trasformazione per la costruzione di resilienza e capacità di adattamento per i gruppi più vulnerabili sul campo avverrà solo quando il Green Climate Fund (GCF ) le risorse sono facilmente accessibili alle organizzazioni della società civile e quando sono progettate con loro e per loro in quanto stakeholder chiave ”. Il rapporto suggerisce che le organizzazioni della società civile dovrebbero aumentare la loro consapevolezza riguardo al GCF e alle sue capacità al fine di aumentare la loro partecipazione e il loro contributo. D'altra parte, lo studio incoraggia il Fondo ad attuare riforme che creeranno un quadro più favorevole a vantaggio delle organizzazioni della società civile per adempiere alla loro missione di cambiamento trasformazionale. 

Finanziamenti per il clima is una chiave per combattere clima il cambiamento 

La finanza è considerata lo strumento abilitante che renderebbe l'accordo di Parigi efficace per tutti, ma soprattutto, è la chiave per i paesi vulnerabili per migliorare e attuare pienamente i loro piani d'azione nazionali per il clima (noti anche come NDC). Il finanziamento internazionale per il clima può aiutare a colmare il divario di emissioni e quindi rafforzare la fiducia tra le parti al fine di aumentare l'ambizione e avere successo nei prossimi negoziati sul clima. 

Il Green Climate Fund (GCF) è generalmente considerato il fondo faro per la fornitura di finanziamenti per il clima; fino ad ora, un totale di 154 paesi in via di sviluppo sono ammissibili per i finanziamenti GFC ed entro il 2020, 103 entità accreditate erano state autorizzate a richiedere finanziamenti, la maggior parte delle quali entità internazionali di attuazione. Tuttavia, l'accesso diretto per progetti su piccola scala nei paesi in via di sviluppo agli enti attuatori nazionali o regionali è ancora molto limitato. 

Poiché le organizzazioni della società civile rappresentano la maggioranza degli osservatori accreditati (296 su 453), il loro lavoro sull'influenza delle priorità e delle politiche di finanziamento del GCF è importante; ciononostante la loro richiesta di un migliore accesso ai progetti non è stata ancora una delle massime priorità di advocacy. In tutto questo documento, gli autori cercano di incoraggiare le reti di organizzazioni della società civile nel Nord del mondo con legami nel Sud del mondo, per facilitare un dialogo strategico su cosa aspettarsi dal Fondo in termini di finanziamento per il clima e fornire supporto per il rafforzamento delle capacità. 

Maggiori informazioni e premi l'invito  

Lo studio è stato commissionato dal CIDSE a Thomas Hirsch, Climate & Development Advice e sarà presentato in un seminario online il 5 maggioth alle ore 3:00 (CEST), con la partecipazione di specialisti sull'argomento. I giornalisti sono invitati a partecipare all'evento e a porre domande ai relatori. Possono essere organizzate anche interviste con l'autore dello studio e / o con i rappresentanti del CIDSE.  

Contatto stampa: Valentina Pavarotti, Responsabile comunicazione CIDSE: pavarotti (at) cidse.org  

Condividi questo contenuto sui social media
Protetto da miniOrange