Giustizia climatica nel contesto di COVID-19 – CIDSE

Giustizia climatica nel contesto di COVID-19

Urgenza, trasformazione e azione
Messaggi chiave del CIDSE e richieste politiche per la COP26


La 26a conferenza delle parti (COP26) della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) si svolgerà a Glasgow dal 31 ottobre al 12 novembre 2021. I leader mondiali, compresi i governi nazionali, le imprese e la società civile limitata si incontreranno per promuovere il progresso globale sforzi per prevenire pericolosi cambiamenti climatici. Si attendono decisioni importanti.

Questa briefing sulla politica presenta una breve sintesi dei principali messaggi e orientamenti del CIDSE sulla giustizia climatica nel contesto dell'era COVID-19 e oltre. Si basa sulle ultime scienze del clima e sull'insegnamento sociale cattolico e sulla precedente analisi del CIDSE su raggiungimento dell'obiettivo di 1.5°C che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana passaggio all'agroecologia e sistemi di energia rinnovabile.

Le raccomandazioni sono organizzate intorno ai seguenti argomenti chiave:

  1. Una giusta ripresa e cambio di sistema post-COVID-19
  2. Aumentare l'ambizione e l'emergenza all'interno dei contributi determinati a livello nazionale e oltre
  3. Perdita e danno
  4. Solo transizione energetica
  5. Finanziamenti per il clima
  6. Mercati del carbonio
  7. Clima e agricoltura
  8. Geoingegneria e soluzioni basate sulla natura
    Il regolamento di Parigi


Il briefing sulla politica è disponibile per il download in Inglese, Francese che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana Spagnolo.


Questa pubblicazione è cofinanziata dall'Unione Europea.

Condividi questo contenuto sui social media
Protetto da miniOrange