L'impegno del CIDSE nella 7a sessione del Trattato vincolante delle Nazioni Unite - CIDSE

L'impegno del CIDSE nella 7a sessione del Trattato vincolante delle Nazioni Unite

Come parte del suo impegno a difendere i diritti umani al di sopra degli interessi aziendali, CIDSE sta seguendo da vicino i negoziati per un Trattato vincolante sulle società transnazionali e altre imprese commerciali. Il gruppo di lavoro intergovernativo aperto sulle società transnazionali e altre imprese commerciali nel rispetto dei diritti umani (OEIGWG), entra quest'anno nella sua settima sessione a Ginevra dal 25 al 29 ottobre 2021. Per la prima volta dalla pandemia di COVID-19, una delegazione CIDSE con organizzazioni partner sarà presente per fare pressione sulle delegazioni ufficiali e partecipare a iniziative di alleati come Franciscans International e il movimento dell'alleanza del trattato.


COMUNICATO STAMPA CIDSE, 29 ottobre: L'UE flirta con i negoziati per un Trattato vincolante su imprese e diritti umani ma evita un impegno sostanziale, mentre gli Stati Uniti tentano di far deragliare il processo


Qual è lo stato del processo del trattato?
La Missione Permanente dell'Ecuador, a nome della Presidenza dell'OEIGWG, ha rilasciato in agosto il Terza bozza rivista di uno strumento giuridicamente vincolante per regolamentare le attività della cooperazione transnazionale e di altre imprese. La prossima sessione dei negoziati a Ginevra è stata strutturata per stimolare emendamenti diretti e suggerimenti testuali al Progetto di testo da parte degli Stati parti.

La posizione di CIDSE
Anche quest'anno, il CIDSE sta portando avanti il ​​messaggio che lo strumento giuridicamente vincolante deve rafforzare le disposizioni che consentono ai titolari dei diritti interessati di accedere a rimedi e giustizia e di proteggere le comunità indigene, i diritti umani e i difensori dell'ambiente. La terza bozza rivista chiarisce alcuni di questi punti ma rimane troppo vaga e poco chiara su altri. Nonostante le sue debolezze, CIDSE e le sue organizzazioni membri ritengono che il documento costituisca una solida base per i negoziati da parte degli Stati.
Leggi:
- I Presentazione CIDSE al gruppo di lavoro intergovernativo aperto sulle società transnazionali e altre imprese nel rispetto dei diritti umani
- I Analisi giuridica della terza bozza rivista del Prof. Dr. Markus Krajewski pubblicato da CIDSE
- Soluzioni globali a problemi globali: perché la legislazione dell'UE e uno strumento delle Nazioni Unite sulla responsabilità delle imprese devono essere complementari?”. Un briefing politico di CIDSE, ECCJ, ECCHR, FIDH e Friends of the Earth-Europe

L'UE nei negoziati delle Nazioni Unite
Lo stato attuale del testo è il risultato di anni di negoziati tra Stati e organizzazioni della società civile. Anche quest'anno, la voce dell'Unione europea rimane per lo più assente dai negoziati. Le motivazioni addotte rimangono le stesse degli anni precedenti: il processo interno in corso per l'adozione di una legge europea sul governo societario sostenibile e la mancanza di mandato del Consiglio che consenta la partecipazione della Commissione europea.
Gli Stati membri dell'Unione europea stanno ripetendo questo argomento per limitare la loro partecipazione. Crediamo che il tempo delle scuse sia finito. L'uscita della direttiva dell'UE sul governo societario sostenibile ora prevista per la fine del 2021, la Commissione europea e gli Stati membri dovrebbero assumersi seriamente la loro responsabilità di proteggere e rispettare i diritti umani e impegnarsi nei negoziati. CIDSE e le sue organizzazioni membri invitano a non perdere questa opportunità unica di contribuire a porre fine all'impunità aziendale e ad offrire vie efficaci alla giustizia per le persone colpite in tutto il mondo.

Attività a Ginevra del CIDSE, dei suoi membri, alleati e partner 
Dichiarazioni CIDSE
- Dichiarazione orale generale, 25 ottobre
- "Nessun passo indietro: le organizzazioni cattoliche denunciano il tentativo degli Stati Uniti di far fallire i negoziati per un Trattato delle Nazioni Unite sulle multinazionali“, 25 ottobre
- Dichiarazione orale CIDSE sull'articolo 1, 26 ottobre
- Dichiarazione orale CIDSE sull'articolo 4, 27 ottobre
- Dichiarazione orale CIDSE sull'articolo 5, 27 ottobre
- Dichiarazione orale CIDSE sull'articolo 6, 28 ottobre
- Dichiarazione orale CIDSE sull'articolo 7, 28 ottobre
- Dichiarazione orale CIDSE sull'articolo 8, 28 ottobre
- Dichiarazione orale CIDSE sull'articolo 10, 29 ottobre
- Dichiarazione orale CIDSE sull'articolo 14, 29 ottobre

Altre dichiarazioni
- "Gli Stati Uniti devono rispettare le Nazioni Unite e il loro mandato intergovernativo per la redazione del diritto internazionale per proteggere le vittime di abusi dei diritti umani legati alle imprese“, Dichiarazione dell'Alleanza del Trattato, 21 ottobre
- Carenze della proposta di convenzione quadro semplificata su imprese e diritti umani, Analisi dell'Alleanza del Trattato
- Dichiarazione comune dei membri firmatari dell'Alleanza del Trattato in merito alla 3a bozza di LBI e alla 7a sessione di negoziazione IGWGs, 25 ottobre (EN - ES - FR)
- Dichiarazione con Franciscans International, CIDSE, FIAN, WILPF, CCFD-Terre Solidaire, LHR e FIDH sull'articolo 1, 26 ottobre

Blog
- UN-Abkommen zu Wirtschaft und Menschenrechten: Jährlich grüßt das Murmeltier: EU verweigert Teilnahme an UN-Verhandlungen di Armin Paasch, Misereor

Eventi collaterali

 -> "Un approccio per i diritti dell'infanzia alla bozza di trattato LBI su imprese e diritti umani”, 20 ottobre, 1–2:30 CEST.



-> "L'accaparramento di terre e la necessità di un trattato giuridicamente vincolante sulle società transnazionali e altre imprese commerciali", 20 ottobre, 2:30- 4:00 CEST.



-> "Una transizione giusta: come un trattato può essere vitale per la giustizia e la pace in Colombia“, 26 ottobre, 3:4 Regno Unito/Irlanda, 9:XNUMX Ginevra/Bruxelles, XNUMX:XNUMX Colombia.



-> "Impatto dell'estrazione mineraria in Guatemala: la necessità di un trattato delle Nazioni Unite per accedere alla giustizia", 27 ottobre, 1:15-2:45 CEST (12.15:5.15 UK/XNUMX:XNUMX Guatemala).  


Risorse addizionali 

Video
Luisa Rodríguez Gaitán del CINEP, organizzazione partner in Colombia, spiega come le attività delle multinazionali colpiscono le donne e perché è necessario un trattato vincolante su affari e risorse umane per paesi come la Colombia.

Questo breve video (FRE) del membro CIDSE, Entraide et Fraternité, dà voce ai rappresentanti della comunità di Prikro, in Costa d'Avorio, che si oppongono alle piantagioni su larga scala di gomma e palma da olio della società belga SIAT.


Cmodifica foto di copertina: CIDSE

Condividi questo contenuto sui social media
Protetto da miniOrange