Comunicato stampa: “Chi governa i nostri sistemi alimentari?” – CIDSE

Comunicato stampa: “Chi governa i nostri sistemi alimentari?”

EVENTO ONLINE – 9 FEBBRAIO 2022 (14:30-16:30 CET)


Il 9 febbraio, i membri europei della Peoples' Autonomous Response to the UNFSS* stanno organizzando un webinar per esplorare con i membri del Parlamento dell'UE come viene riconfigurata la governance alimentare pubblica globale e le principali minacce che ne compromettono le basi democratiche.

È sempre più riconosciuto che l'attuale sistema alimentare non offre risultati per le persone e il pianeta. Nel 2020, tra 720 e 811 milioni di persone nel mondo hanno affrontato la fame; che è 160 milioni in più rispetto al 2019. La pandemia di COVID-19, i cambiamenti climatici e i sistemi agricoli e alimentari insostenibili sono stati fattori critici.

L'UE ha riconosciuto che i sistemi alimentari sono allo stesso tempo parte del problema e la soluzione per società sane, sostenibili e giuste e per il pianeta.[1] Ma trasformare i sistemi alimentari non è un compito facile in quanto cambiare le pratiche agricole non è sufficiente. Tutto il sistema alimentare – dai campi ai piatti – e il suo governo devono evolversi. Tuttavia, il percorso del cambiamento ha sollevato molte domande e controversie su come organizzare la governance e il processo decisionale in modi che siano inclusivi, democratici, giusti e portino a soluzioni sostenibili.

La governance alimentare è diventata un'arena politica contestata dalla globalizzazione dei sistemi alimentari.[2] Gli interessi e le relazioni di potere dei diversi attori sono convergenti e hanno attivato risorse ineguali per esercitare la loro influenza nel processo decisionale. Gli sforzi internazionali da parte di un insieme di attori statali e sociali sono stati concertati per costruire la capacità istituzionale e normativa pubblica di promuovere il diritto a un'alimentazione e una nutrizione adeguate.[3]

La visione di una governance alimentare globale pubblica è stata efficacemente affrontata attraverso un sistema di coordinamento multilaterale per il controllo democratico. Tuttavia, iniziative recenti come il Vertice delle Nazioni Unite sui sistemi alimentari, rischiano di frammentare la sfera pubblica che stabilisce le regole, le norme e le decisioni in materia di politiche alimentari e agricole per fare spazio all'interesse privato che si basa su soluzioni tecnologiche, finanziarizzazione, partenariati pubblico-privato e la liberalizzazione del commercio, indipendentemente dalle loro conseguenze per l'ambiente e il benessere umano.[4]

Il primato e la legittimità della sfera pubblica europea nel difendere ciò che è ritenuto più vantaggioso per il pianeta e per le persone che lo abitano si confronta quindi con un'ingerenza indebita delle multinazionali negli spazi di politica internazionale e regionale. Il ruolo dell'UE di assumere la leadership mondiale nel rafforzare la governance alimentare globale su basi democratiche e un multilateralismo inclusivo è fondamentale.

La capacità delle istituzioni europee di rafforzare l'agenzia dei titolari dei diritti e salvaguardare la sfera pubblica come spazio legittimo e responsabile per regolamentare la responsabilità aziendale è praticabile nell'ambito della strategia Farm to Fork, del quadro giuridico del sistema alimentare sostenibile e dell'iniziativa di governo societario sostenibile ed è necessario ora.

In rappresentanza del flusso regionale europeo della Risposta Autonoma del Popolo all'UNFSS, stiamo organizzando un evento online, il 9 febbraio alle 2:30 con i membri interessati del Parlamento europeo, per avviare un dibattito attorno alla seguente domanda:

"In che modo e in che misura le nuove modalità di governance alimentare globale stanno sfidando la sfera pubblica e il processo decisionale democratico per trasformare i nostri sistemi alimentari?"

Questo evento riunirà rappresentanti delle organizzazioni della società civile insieme a funzionari dell'UE di diverse commissioni parlamentari (DEVE, INTA, AGRI) e di vari partiti politici per analizzare lo stato attuale della governance alimentare e discutere il ruolo dell'UE nel futuro dei sistemi alimentari.

Contatta persone:
• Almudena Garcia i Sastre, responsabile delle politiche e della difesa dell'UE, FIAN. almudena(at)fian-europe.org
• Vincent Dauby, funzionario per l'agroecologia e la sovranità alimentare, CIDSE dauby(at)cidse.org


[1] Commissione Europea. 2020. «Una strategia dalla fattoria alla tavola per un sistema alimentare equo, sano e rispettoso dell'ambiente». Bruxelles: COM(2020) 381 definitivo.
[2] McKeon, Nora. 2021. «Global Food Governance». Sviluppo 64 (1-2): 48-55. doi:10.1057/s41301-021-00299-9.
[3] Relazione di sintesi». 2021. Nella 49a sessione del Comitato per la sicurezza alimentare mondiale (CFS 49). Istituto Internazionale per lo Sviluppo Sostenibile. [online] Disponibile su: https://enb.iisd.org/sites/default/files/2021-10/cfs_49_summary_0.pdf.
[4] Clapp, Jennifer e Doris A Fuchs. 2009. Potere d'impresa nella governance agroalimentare globale. Cambridge, Massachusetts: MIT Press.

* Questo evento è organizzato dai membri europei della People's Autonomous Response to the UNFSS (UN Food Systems Summit):


Condividi questo contenuto sui social media